Campionato Italiano Prototipi - Varano - Davide Uboldi Vince Gara 2


Il settimo round del Campionato Italiano Prototipi si chiude con la vittoria del pilota Uboldi Corse che supera Faccioni dopo un contatto a tre giri dalla fine verificatosi in una fase di doppiaggio. Sul podio tutto Osella anche gli alfieri Progetto Corsa Deodati e Vita. GARA 2 Al pronti-via di gara 2, Faccioni si lancia subito davanti a tutti e lascia alle spalle Uboldi e Deodati, mentre Vita segue davanti a Beltratti e Francisci. A differenza della gara del mattino, nelle prime tornate Faccioni non riesce a scrollarsi di dosso la sagoma di Uboldi, che resta invece stabilmente in scia. Il vice-campione in carica sembra invece pronto ad un attacco conservandosi sempre in mezzo secondo di distacco e siglando giri veloci in sequenza. Nelle retrovie Randaccio supera Castellano per il settimo posto, mentre qualche preoccupazione la riserva un tappetino del cordolo che si stacca al passaggio del duo di testa. Alla nona tornata è Faccioni a far segnare il giro più veloce della gara, ma Uboldi riesce a farsi sempre più pericoloso alle sue spalle. Il colpo di scena non appena concluso il 13esimo giro con Uboldi che prova l'attacco e, complice il doppiaggio di Randaccio, finisce per toccare al retrotreno la Osella di Faccioni che impatta nelle protezioni ritirandosi. Uboldi continua così al comando con Deodati che prova a farsi pericoloso, ma arriva la bandiera a scacchi che saluta il ritorno al successo del pilota comasco. Deodati e Vita conquistano il podio, davanti a Beltratti, Francisci, Randaccio e Castellano. La prima gara del settimo round di Campionato Italiano Prototipi vive tutta in un duello incandescente in testa tra i due protagonisti nella lotta al titolo tricolore. Sul terzo gradino del podio Carlo Alberto Forte Valentini (Progetto Corsa). GARA 1 Allo start di gara 1 Faccioni capitalizza subito la migliore posizione in griglia e ad Uboldi non resta che accodarsi davanti a Deodati, Forte Valentini, Francisci e Beltratti nelle prime sei posizioni. Già nel corso del primo giro il pilota della Scuderia NT riesce a ricavare subito metri preziosi su Uboldi che invece è costretto a gestire Deodati in scia. Alle loro spalle si innesca invece il duello tra Beltratti e Francisci per il quinto posto. Al secondo giro il romano riesce ad avere ragione del napoletano che tenta di resistere senza successo. Alla tornata seguente però la Osella della Progetto Corsa si porta ancora una volta davanti alla Lucchini Alfa Romeo di classe 3.000. Alla metà gara le posizioni sono subito consolidate e l'unico scossone lo riserva Uboldi che inizia ad inanellare giri veloci al sesto, settimo ed ottavo giro. Il risultato è che il distacco da Faccioni, che non riesce ad avvicinare i suoi migliori tempi delle prime tornate, è ora ridotto a mezzo secondo. A partire dal nono giro il duo di testa procede in un tandem che diventa incandescente alla 13esima tornata quando Uboldi diventa sempre più furioso alla spalle del battistrada. A due giri dalla fine Faccioni appare in difficoltà, ma il rivale non riesce ad avere lo spunto per portare l'attacco. Ultimo giro incandescente, ma sul traguardo, appena dietro a Randaccio, Faccioni riesce a conservare il primato con soli due centesimi di vantaggio. Nel finale Deodati accusa il cedimento del fondo posto al retrotreno e deve rientrare ai box lasciando il terzo gradino del podio a Forte Valentini. Beltratti, Francisci, Randaccio e Castellano, primo dei doppiati, chiudono nelle prime sette posizioni.

News: acisportitalia.it

© Copyright 2019 Scuderia del Lario. All rights reserved. | P.IVA 02372380135

Powered by renatogaggio.com

  • Facebook Clean