3° Trofeo Formula Junior - Ritorno a Casa

La Formula Junior si appresta ad affrontare la terza prova della stagione 2013.
Finalmente, per la prima volta dalla creazione del Trofeo Formula Junior, le nostre vetture torneranno a correre all’Autodromo Nazionale di Monza, il circuito che le ha viste nascere. Il “ritorno a casa” della categoria segna una tappa importantissima.
Quando nel 2010 l’Autodromo di Monza decise di puntare su una nuova formula per disputare il Trofeo Cadetti, il mondo della Formula Junior dovette decidere se uniformarsi alle nuove regole e cessare di essere quella categoria così “unica” come
era stata negli ultimi 46 anni, oppure di proseguire la propria storia, gestendosi in autonomia.
L’Associazione Formula Junior prese la decisione di provare a continuare, camminando sulle proprie gambe. Una scelta rischiosa, fatta in concomitanza con l’avvento della peggiore crisi economica di sempre e che ha falcidiato tutti gli schieramenti dell’automobilismo italiano ed estero.
Giunti alla terza edizione del nostro trofeo possiamo stilare un primo bilancio. Certo i numeri del passato sono solo un ricordo, ma lo erano già nelle ultime edizioni del “Cadetti”. Ai giorni nostri, portare in pista più di 12 vetture equivale ad un successo.
Da questo punto di vista possiamo dire che la partecipazione è più che accettabile, anche se esistono i presupposti per avere schieramenti molto più numerosi.
Il 1° Trofeo, quello della “scommessa”, in cui abbiamo provato a cimentarci come organizzatori, ha visto la vittoria di un veterano. Il grande Riccardo Calegari, già Cadetto nel 1975 (!!), ha preceduto un altro “monumento” della categoria Paolo Scialpi e un esponente della nuova generazione Mirko Barletta. Un ottimo inizio con la conferma dell’importanza dell’esperienza e del talento a conferma del valore delle “vecchie” Formula Junior.
Il 2° Trofeo è andato a Sabino De Castro che si è imposto, dopo una lunga battaglia con Maurizio Giordano e Paolo Scialpi. La stagione ha visto anche l’affermarsi di due giovani Matteo Arrigosi e Luca Marietti, nonché l’esordio di un nuovo costruttore (i
fratelli Riponi) ed il ritorno di un team di valore (Sarchio racing).
La terza stagione è appena iniziata e sembrerebbe essere sotto il segno di Marco Visconti, più volte Cadetto e Campione Sport Prototipi 2012 anche se non bisogna ignorare il valore dei vari Scialpi, Arrigosi e Marietti.
La presenza di piloti esperti a fianco di giovani desiderosi di emergere dimostra la validità della nostra categoria, economica ma impegnativa.

Dal punto di vista tecnico, oltre alla conferma della peculiarità della categoria (con la presenza di differenti costruttori, con scelte tecniche molto differenti tra loro e, nonostante questo, un notevole livello di competitività, come non avviene in molti
mono marca che, sulla carta, dovrebbero mettere tutti i concorrenti sullo stesso piano) c’è stato il ritorno alla preparazione libera (ovviamente entro ai limiti regolamentari) dei propulsori. Questa scelta ha consentito un ritorno allo spirito originale della Formula Junior senza le deleterie polemiche degli ultimi anni dei “preparatori”, merito dell’ottimo lavoro fatto dall’Associazione e della splendida opera di sorveglianza e guida del commissario tecnico Gianfranco Paccini. In ogni caso la Formula Junior resta una delle categorie con il miglior rapporto prezzo/prestazioni, con costi tra i più contenuti dell’automobilismo Italiano.
In assenza di sponsor istituzionali, promoter e seguito da parte dei media non possiamo che essere soddisfatti dei risultati ottenuti sin’ora.
La gara di Monza del 30 giugno sancirà la consacrazione definitiva della nostra scelta di proseguire la nostra storia, confermando il lgame con l’Autodromo a cui dobbiamo la creazione della nostra categoria nel lontano 1965. La scelta di correre assieme alle Mirage (nate FM2K11) sarà un’ottima opportunità per presentare uno schieramento ancora più numeroso e definire quali sono i reali valori in campo.
Attendiamo con impazienza questa gara in cui l’Autodromo ha deciso di consentire l’ingresso gratuito a tutti, sicuri che lo spettacolo in pista sarà all’altezza della nostra lunga storia e che questa prova segnerà l’inizio di una nuova collaborazione con il
circuito che è sempre stato nel nostro “DNA”, senza dimenticare che la Formula Junior è ora una categoria a livello nazionale con presenze a Varano, Franciacorta, Adria, Magione e Imola …
Appuntamento in pista …

Francesco Terra
Coordinatore
Associazione Formula Junior

Please reload

© Copyright 2019 Scuderia del Lario. All rights reserved. | P.IVA 02372380135

Powered by renatogaggio.com

  • Facebook Clean