GP2 Series - Hungaroring - Gara 2

La sagoma di Esteban Gutierrez si fa sempre più grande alle spalle di Luiz Razia e Davide Valsecchi. Il messicano del team Lotus ha vinto la seconda gara di Budapest, terzo successo stagionale (il primo nella Sprint) grazie a un bell'avvio dalla prima fila. Gutierrez non ha avuto rivali ed ha preso 17 punti, due in più per il giro più veloce. E ora si è portato a 150 lunghezze in campionato, rosicchiando ulteriori punti ai due leader. Razia ha concluso terzo, lontano da Berthon, dopo un bel sorpasso a Giedo Van der Garde, in difficoltà con le gomme soft. La manovra di Razia ha come svegliato Valsecchi, sesto fin dall'inizio. L'italiano è stato lesto nel superare Jolyon Palmer, quinto, dopo una manovra di sorpasso su Van der Garde andata male da parte dell'inglese. Poi, si è avventato sul pilota del team Caterham e con qualche rischio lo ha infilato andando a prendersi la quarta posizione finale. E riducendo i punti persi da Razia, appena due. Ora sono sette quelli da recuperare, 196 contro 189. Ma attenzione a Gutierrez, come detto sopra. Palmer ha concluso quinto davanti a un dinamico James Calado. Buona la prova di Rio Haryanto, settimo, e Felipe Nasr, ottavo, protagonista di una notevole rimonta. Stefano Coletti era risalito fino al settimo posto, alle spalle di Valsecchi. Aveva superato Van der Garde, ma improvvisamente ha perso aderenza negli ultimi giri ed è scivolato fuori dai punti. Fabio Onidi si difendeva bene attorno alla decima posizione, ma Johnny Cecotto lo ha urtato forandogli la gomma posteriore. Quindicesimo Julian Leal per Trident che invece questo fine settimana non ha "trovato" Stephane Richelmi, reduce dal podio di Hockenheim gara 1. Buona la prova di Sergio Canamasas per Lazarus, 12°, ma ha urtato all'ultimo giro Simon Trummer in pieno rettifilo spedendolo contro il rail. Si prevede una penalità.

1 - Esteban Gutierrez - Lotus - 28 giri 43'58"301 2 - Nathanel Berthon - Racing Engineering - 3"565 3 - Luiz Razia - Arden - 15"733 4 - Davide Valsecchi - Dams - 29"352 5 - Jolyon Palmer - iSport - 30"237 6 - James Calado - Lotus - 30"493 7 - Rio Haryanto - Carlin - 32"336 8 - Felipe Nasr - Dams - 33"578 9 - Stefano Coletti - Coloni - 39"475 10 - Giedo Van der Garde - Caterham - 41"928 11 - Max Chilton - Carlin - 44"868 12 - Sergio Canamasas - Lazarus - 45"399 13 - Simon Trummer - Arden - 45"417 14 - Fabio Leimer - Racing Engineering - 46"221 15 - Julian Leal - Trident - 46"937 16 - Rodolfo Gonzalez - Caterham - 49"087 17 - Josef Kral - Addax - 50"058 18 - Nigel Melker - Ocean - 51"753 19 - Daniel De Jong - Rapax - 54"037 20 - Ricardo Teixeira - Rapax - 54"870 21 - Stephane Richelmi - Trident - 55"887 22 - Giancarlo Serenelli - Lazarus - 1'04"537 23 - Victor Guerin - Ocean - 1'09"900 24 - Fabio Onidi - Coloni - 1 giro Giro più veloce: Esteban Gutierrez 1'32"348 Ritirati 1° giro - Marcus Ericsson 10° giro - Johnny Cecotto

© Copyright 2019 Scuderia del Lario. All rights reserved. | P.IVA 02372380135

Powered by renatogaggio.com

  • Facebook Clean