Formula Renault 2.0 Italia - Misano

Seconda vittoria della stagione, nella Formula Renault 2.0 Italia, per Kevin Gilardoni. Il 20enne comasco della GSK Grand Prix, dopo il successo ottenuto a Monza, si è imposto anche nella prima delle due gare di Misano, che questo fine settimana ospita il terzo appuntamento della serie della Fast Lane Promotion. Una vittoria scaturita però, dopo la penalizzazione di 25” inflitta a Luca Defendi (retrocesso sesto), che aveva tagliato il traguardo per primo al termine di una volata a tre con lo stesso Gilardoni ed il croato Kristijan Habulin, rispettivamente secondo e terzo alla bandiera a scacchi. Il bergamasco è stato infatti ritenuto responsabile del contatto che aveva messo fuori dai giochi Dario Orsini nel corso del secondo giro. Per Gilardoni anche la nuova leadership provvisoria della classifica, in cui è riuscito a scavalcare Habulin, che adesso paga nei suoi confronti soltanto sei punti. Ottimo quinto Simone Gatto. Sfortunato il nostro Mirko Barletta che ha patito problemi elettrici in tutto il week-end 1 - Kevin Gilardoni - GSK - 14 giri 24'07"075 2 - Kristijan Habulin - Kreator - 0"546 3 - Dario Capitanio - Torino - 4"401 4 - Giacomo Pollini - Green Goblin/Facondini - 11"568 5 - Simone Gatto - TS - 20"918 6 - Luca Defendi - Torino - 24"747 7 - Marcus Ebner - TS - 26"272 8 - Pietro Peccenini - TS - 34"196 9 - Lorenzo Paggi - Torino - 51"522 10 - Daniele Cazzaniga - Viola - 1 giro Giro più veloce: Kevin Gilardoni 1'38"387 Ritirati: 0 giri - Francesco Bracotti 1° giro - Dario Orsini 3° giro - Matteo Pollini 8° giro - Mirko Barletta


Una vittoria in gara 2 ed un secondo posto in gara 1 per Kevin Gilardoni, che si congeda dal terzo dei sei doppi appuntamenti della Formula Renault 2.0 Italia conquistando la leadership assoluta del campionato. Il pilota comasco della GSK Grand Prix si è diviso le vittorie con Luca Defendi (Torino) primo al traguardo di gara 1, ma poi penalizzato di 25” per un contatto con Dario Orsini e retrocesso sesto. Quindi il ricorso del team piemontese, che ha restituito al giovane bergamasco il primo posto, rendendo la “sub iudice” l’ordine d’arrivo. Grande protagonista del weekend romagnolo è stato anche il croato Kristijan Habulin (Kreator Racing Team), che nonostante abbia perso la testa della classifica, è riuscito a salire due volte sul gradino più basso del podio, confermandosi al “top” in vista di un finale di stagione che si preannuncia fin da adesso estremamente entusiasmante. In evidenza anche la “new-entry” Giacomo Pollini, che al proprio esordio con la Green Goblin by Facondini è riuscito in Gara 2 a centrare il quarto posto davanti al compagno di squadra Francesco Bracotti, quest’ultimo costretto al ritiro in Gara 1 ancora prima del via per un problema ai freni e quindi autore di un’ottima rimonta. Tra i primi si è inserito anche Dario Capitanio, che ha chiuso quarto in Gara 1 proprio davanti allo stesso Pollini. Ottima la rimonta del nostro Mirko Barletta, che partendo dall'utima posizione è risalito sino al 6° posto con sorpassi mozzafiato. Deludente il week-end di Daniele Cazzaniga a cui il cambio di team non ha portato i risultati sperati; ritirato al secondo giro Simone Gatto. 1 - Kevin Gilardoni - GSK - 16 giri 26'27"706 2 - Luca Defendi - Torino - 4"093 3 - Kristijan Habulin - Kreator - 10"091 4 - Giacomo Pollini - Green Goblin/Facondini - 18"415 5 - Francesco Bracotti - Green Goblin/Facondini - 23"524 6 - Mirko Barletta - FTF - 23"538 7 - Dario Orsini - GSK - 23"618 8 - Dario Capitanio - Torino - 24"764 9 - Lorenzo Paggi - Torino - 25"436 10 - Daniele Cazzaniga - Viola - 36"792 11 - Matteo Pollini - GSK - 47"588 12 - Pietro Peccenini - TS - 56"771 13 - Marcus Ebner - TS - 1'11"847 Giro più veloce: Kevin Gilardoni 1'37"951 Ritirato 2° giro - Simone Gatto Il campionato 1.Gilardoni 102; 2.Defendi 93; 3.Habulin 88; 4.Orsini 54; 5.Capitanio 53; 6.Bracotti 49; 7.Barletta 43; 8.Rocca 30; 9.Peccenini 25; 10.Pollini 22.

© Copyright 2019 Scuderia del Lario. All rights reserved. | P.IVA 02372380135

Powered by renatogaggio.com

  • Facebook Clean